Incontri della cattedra del mediterraneo

Grazie a internet e alle nuove tecnologie, gli studenti del nostro istituto e di altre scuole superiori della città sono entrati in contatto e hanno collaborato con 15 scuole dei paesi della sponda sud del Mediterraneo: Insegnanti e studenti hanno partecipato a seminari e prestigiosi convegni internazionali con professori universitari, politologi, diplomatici, rappresentanti governativi. Riflettere sul Mediterraneo significa riflettere sulla nostra identità e sul nostro stesso futuro. Il contributo di noi docenti di italiano ha riguardato due versanti, nakeca incontri vercelli della storia della letteratura e quello delle competenze linguistiche comprensione e produzione di testi complessi e multimediali. Il personaggio tassiano di Clorinda, donna che riunisce in sé le due grandi culture e civiltà del Mediterraneo, quella araba e quella cristiana, si prestava bene a sciogliere un certo imbarazzo che si creava quando presentavamo alcuni testi della nostra tradizione letteraria, come quelli di Dante incontri della cattedra del mediterraneo il poema cavalleresco, ai nostri studenti di origine araba. Gli studenti hanno intuito il legame profondo tra la letteratura e la vita. Siamo partite da una webquest che simulava una situazione reale, proponeva un obiettivo da raggiungere ricercando informazioni in rete, impiegando conoscenze e attuando strategie per realizzare incontri della cattedra del mediterraneo prodotto finale. Per sostenere il lavoro cooperativo abbiamo aperto le classi sia a scuola, con momenti di incontro e di lavoro che hanno incrociato gli studenti delle due classi quarte, sia online, collegando le due classi sulla piattaforma; abbiamo messo in contatto i nostri studenti con coetanei di altri paesi. A questo scopo occorreva raccogliere informazioni su questi paesi per capire quali fossero le priorità e per trovare, dopo i cambiamenti della Primavera araba, gli interlocutori più affidabili. Si tratta certo di una situazione realistica: Alessandra Caponio e Adele Neri. Perché aderire a questo progetto? Finalità del progetto Il progetto si proponeva di: Insegnamento della religione cattolica:

Incontri della cattedra del mediterraneo Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio in Italia

Resistenza morale contro i totalitarismi in Europa - servizio di RegionEuropa presentazione del sito www. Si tratta certo di una situazione realistica: Grandi intellettuali del Mediterraneo vi partecipano per aiutarci a ridefinire la diversità e il dinamismo dei patrimoni intellettuali, artistici e sociali che, sin la più remota Antichità hanno fatto del Mediterraneo uno spazio di circolazione e di rinnovo del sapere. Si ringrazia Fondazione Cariplo. Nonostante i progressi recenti, le malattie infettive restano sempre un problema maggiore di sanità pubblica. Portare avanti la riflessione. Mediterraneo di origine e di convinzione, Paul Valery diceva che il Mediterraneo, spazio di pensiero aperto e dinamico, ha una funzione civilizzatrice che va preservata. Non perderti le storie dei Giusti e della memoria del Bene Una volta al mese riceverai una selezione a cura della redazione di Gariwo degli articoli ed iniziative più interessanti. Con il patronato di Regione Lombardia e con il patrocinio del Comune di Milano. En savoir plus et gérer ces paramètres.

Incontri della cattedra del mediterraneo

Negli ultimi anni il tema del Mediterraneo è stato costantemente all’attenzione degli incontri della Cattedra Sturzo, sin dall’oramai storico corso del su . Programma della Cattedra Maritain: a) Incontri con professionisti e intellettuali del Mediterraneo provenienti da diversi ambiti professionali e del sapere. Interverranno politici, diplomatici, scrittori, giornalisti, artisti, musicisti, mediatori culturali, ecc.; b) Sessioni di formazione per studenti di livello universitario e post-. Nov 19,  · Intervento di Sergio Romano, già ambasciatore, editorialista del Corriere della Sera, al quarto appuntamento del ciclo di incontri Cattedra del Mediterraneo dal titolo "Mediterraneo . Nov 19,  · Intervento di Fabrizio Spada, direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea, al quarto appuntamento del ciclo di incontri Cattedra del Mediterraneo dal titolo.

Incontri della cattedra del mediterraneo